Casa dei riformisti : la casa del PSI!

Pubblicato il da Psi torino

Il governo Monti si presenta sempre più debole all'appuntamento del 29 giugno a Bruxelles e ormai il clima politico indica che è iniziata la campagna elettorale, e non ci stupiremmo se invece di votare questa primavera, saremo costretti a votare un nuovo esecutivo già nel prossimo autunno. Difficilmente crediamo che sarà varata una nuova legge elettorale, e con l'attuale siamo certi che il PSI presenterà autonomamente le proprie liste alla Camera e al Senato con buone possibilità, stante gli ultimi confortanti sondaggi di rientrare in Parlamento con un significativo numero di rappresentanti. Ma questo a nostro avviso dovrà essere solo l'inizio dell'azione politica del PSI nel prossimo Parlamento. Il Partito dopo essersi ulteriormente rafforzato sul territorio dovrà necessariamente essere il centro di aggregazione di un insieme di forze, che dopo la disarticolazione completa e imminente degli attuali grandi contenitori politici PD e PDL,  avrà come obiettivo la costruzione di un grande soggetto politico laico e riformista , che diventerà a nostro avviso l'embrione di una futura grande forza politica Socialdemocratica ed europea, futura grande  novità della politica italiana dei prossimi decenni. Non si tratta di veggenze utopistiche, ma di un progetto politico già tratteggiato dalla nostra Segreteria Nazionale. Per fare questo però è necessario che l'impegno e l'unità di intenti di tutti i compagni e compagne sia assoluto, e che i Socialisti, i Riformisti e i Laici aggreghino sotto le insegne del PSI tutte le loro forze, a nostro avviso molto più numerose di quelle che una certa stampa ci presenta. Questo Compagni e compagne è il nostro momento, il PSI può davvero tornare a giocare un ruolo rilevante nello scacchiere politico italiano, se unito costruisce il suo progetto riformista. Cornacchie, corvi e avvoltoi di pseudocompagni sempre pronti a profetizzare sventure, per piacere vadano a fare compagnia all'ultrasinistra settaria e populista , e abbandonino definitivamente un partito che deve entrare nel XXI secolo e non restare ancorato al veteromarxismo del XIX.

Davide Frascella

 

 

 

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post