Il dopo-Monti

Pubblicato il da Psi torino

Sono personalmente molto preoccupato per la situazione nell'Italia del dopo Monti …

Non che Monti mi stia entusiasmando, anzi, fa pesare troppo i sacrifici sulle classi medie e medio-basse, si lascia influenzare dalle lobby (partiti compresi) e, per quanto riguarda la sua politica economica, vedremo poi i risultati delle misure per la crescita di C. Passera, che personalmente non mi sembrano in grado di sviluppare l’economia del futuro. Passera, Profumo e Fornero dovrebbero lavorare più di concerto, le misure per la crescita e le riforme dell’educazione, della formazione, del lavoro e del “welfare” non vanno trattate separatamente!

Però il dopo-Monti sarà agghiacciante: una destra impresentabile che si è nascosta per 17 anni dietro un istrione e le sue TV che hanno fatto di tutto per lavare il cervello del popolo. Il Paese, alla sua uscita di scena fine 2011, si è poi reso conto, come Adamo ed Eva nel paradiso terrestre, di essere nudo …

Una sinistra divisa, senza leadership, senza progetti, senza programmi, che parla di alleanze senza nemmeno discuterne i termini programmatici!

E la linea: ”appoggio Monti” non è un programma! Non è sufficiente per chiedere la fiducia degli elettori! Soprattutto quando il principale interessato non ha detto cos'ha in mente per il futuro! La gente voterà per l’alleanza intorno al PD (se Monti accetta di prenderne la guida) come ha votato per “nuova democrazia” in Grecia: per paura del collasso finanziario … non per convinzione o adesione (adesione a cosa, tra l’altro, se non c’è nessun progetto!)

Una classe politica che sembra non rendersi conto della situazione economica e sociale del Paese (e soprattutto di cosa sta per diventare senza riforme strutturali), egoista, inefficiente, distaccata dalla realtà … Continua a fare politica come un volta … Sta dimostrando giorno dopo giorno la sua inutilità … e questo è preoccupante per tutti.

(René-emmanuel Boukhechem, membro del PS francese)

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post