Il S.Natale ovvero ... la festa pagana del solstizio

Pubblicato il da Psi torino

I cristiani credono di essere tanto originali, a festeggiare la nascita del loro dio il 25 dicembre, e credono anche di essere gli unici ad avere un dio nato il 25 dicembre.

In realtà non è affatto così.

La festa che oggi noi chiamiamo “Natale” ai tempi dei Romani si chiamava “Dies Natalis Solis Invicti” (giorno di nascita del sole invitto) e derivava da culti precedenti, risalenti alla preistoria, in onore del dio più antico (e probabilmente anche il meno assurdo) che gli uomini abbiano mai avuto: il sole.

Intorno al 21 dicembre si verifica per l'appunto il solstizio d'inverno, data in cui si ha la notte più lunga dell'anno, in seguito alla quale le giornate cominciano di nuovo ad allungarsi. Questo fatto però (per motivi astronomici astrusi che non sto qui ad illustrare) risulta evidente soltanto dopo 3-4 giorni dal solstizio, il 25 dicembre, per l'appunto, che quindi veniva considerato il giorno della rinascita del sole.

La storia pre-cristiana è pertanto costellata da divinità nate il 25 dicembre, molte delle quali da una vergine, fra l'altro (*): Gesù Cristo non ha certo l'esclusiva, al riguardo!

Fu anzi proprio l'imperatore Costantino che, convertitosi al cristianesimo, nel 330 d.C. decise di fare coincidere la festa della nascita di Gesù proprio con il giorno del Sol Invictus, il 25 dicembre.

E di divinità solari nate in questa data ce ne sono, come dicevo, a bizzeffe, fra cui:

  • Horus (divinità egizia, 4000-3500 a.C.)

  • Adonis (divinità babilonese, 2500-2000 a.C.)

  • Mitra (divinità persiana, 2000-1000 a.C.)

  • Krisna (profeta indiano, 1400-1200 a.C.)

  • Zoroastro (divinità persiana, 700-600 a.C.)

  • Buddha (divinità indiana, 600-500 a.C.)

  • Ercole (semidio greco, 500 a.C.)

  • Dioniso (dio greco, 250 a.C.)

  • Attis (dio della Frigia, regione della Turchia, in seguito anche romano, 200 a.C.)

Perciò il cristianesimo, lungi dall'essere originale, non ha fatto altro che scopiazzare a pappagallo da chi l'aveva preceduto.

Dunque tutti coloro che rivendicano le radici cristiane dell'Europa dovrebbero studiarsi un po' meglio la storia e rendersi conto del fatto che l'Europa ha radici pagane, paganissime, che sono evidenti in questo – come in moltissimi altri – aspetti del cristianesimo.

Niente di nuovo o di originale sotto il Sole, quindi!

Auguro a tutti i compagni una buona festa del Solstizio!

(*) In alcune zone della terra, il calendario, in origine, iniziava nella costellazione della Vergine e quindi il sole risulterebbe partorito da una Vergine.

(Enrica Rota)

 

Con tag Laicità

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post