L'identità riformista e il suo futuro!

Pubblicato il da Psi torino

Ieri nella nostra sede di Via C.Colombo 1 a Torino si è svolta una riunione davvero interessante e molto intensa su quale futuro si prospetta per il PSI torinese e per il riformismo italiano. Enrico Buemi ha insistito su quali idee e proposte il Psi torinese deve incentrare la sua azione politica. Reddito da cittadinanza, proposta di abolizione dell'IMU sulla prima casa, giustizia fiscale e tassazione delle rendite finanziarie per quanto riguarda i diritti sociali, difesa ad oltranza delle conquiste civili ottenute e ulteriore ampliamento dei diritti civili per le coppie di fatto e quelle omosessuali, eutanasia e testamento bologico, e infine difesa della laicità dello Stato dalle sempre maggiori ingerenze clericali. Proposte che si devono accompagnare ad una conferenza programmatica sull'economia e sul lavoro che si preparerà nei prossimi giorni. Ezio Susella ha sottolineato la necessità di difendere l'autonomia socialista e di costruire un progetto di sinistra che parta dalle proposte concrete da avviare sul territorio,infine Davide Frascella ha sottolineato l'importanza di allargare l'azione del Psi coinvolgendo su queste tematiche anche il mondo laico e gli esponenti del PD più sensibili alle nostre proposte. Tutti hanno convenuto che qualunque sia la legge elettorale che determinerà gli schieramenti nella prossima legislatura la nostra presenza organizzata in Parlamento dovrà essere protagonista e lavorare per la costruzione di quella grande casa dei riformisti e democratici che la Segreteria nazionale ha indicato come obiettivo della nostra azione politica.Il PSI deve essere il perno propositivo per costruire insieme a tutti gli autentici riformisti presenti nella Sinistra e nel mondo laico quella Sinistra plurale,moderna ed europea che non può avere che come punto di riferimento l'IS e il PSE.

Ufficio Stampa PSI Torino

 

 

 

 

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post