Le risposte che mi aspetto dai partiti

Pubblicato il da Psi torino

La politica, soprattutto in Italia, è troppo spesso il luogo di trattazioni tra i partiti sulla base NON di proposte concrete ma di tatticismi o di strategie elettorali.

Si vota per un partito senza nemmeno sapere cosa aspettarsi di preciso nel caso vada al potere!

È come fare un assegno in bianco: io ti voto e poi vedi tu cosa fare!

Sulla base di cosa si vota oggi per un partito? Sulla base di resti di ideologie, per un sentimento di appartenenza a un gruppo, per abitudine, per principio, perché gli altri partiti fanno ancora più schifo … sulla base di niente di concreto, purtroppo.

E quindi i partiti non si sentono per nulla responsabili di fronte agli elettori! Nessuno può andare a obiettare, poi: “Avevate detto di appoggiare questa proposta, questo faceva parte del vostro programma ecc …”

Alcuni parlamentari si permettono addirittura di cambiare casacca (e non di poco!) nel corso della legislatura!

 

Prima di tutto, quindi, non vorrei più vedere i partiti presentarsi alle elezioni politiche senza programmi chiari, nei quali:

 

-          Venga riassunta la situazione economica, fiscale e sociale del Paese

-          Vengano indicate le grandi linee dell’azione del partito se andasse al governo

-          Vengano fatti elenchi di proposte per ogni “tema-chiave” del programma:

 

* Riduzione deficit pubblico (fiscalità, lotta contro l’evasione fiscale)

* Crescita (competitività, sviluppo dell'industria della conoscenza, turismo, economia sociale e solidale, crescita sostenibile (“green economy”)

* Gioventù (educazione, occupazione)

* Moralizzazione della vita politica (lotta contro la corruzione, gestione virtuosa dei progetti pubblici, tracciabilità dei fondi pubblici, responsabilizzazione di chi gestisce gli enti pubblici (chi sbaglia se ne va), responsabilizzazione dei politici)

* Politica di pari opportunità, cioè avere come obiettivo quello di dare le stesse opportunità di sviluppo sociale e personale a tutti (fiscalità giusta e equa, istruzione, trasporti, democratizzazione della cultura, sicurezza, lotta contro le discriminazioni)

* Politica Europea

* Laicità

 

Questo faciliterebbe e chiarirebbe anche le trattative tra i partiti.

 

Personalmente vorrei vedere almeno un partito della sinistra italiana con questo tipo di approccio … Questo vale anche per chi sostiene o vorrebbe sostenere Monti (e quindi vale anche per Monti!)

Vedremo a marzo 2013 …

 

René-emmanuel Boukhechem (membro del partito socialista francese)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post