Lega ladrona la Storia non perdona!

Pubblicato il da Psi torino

Cari compagni e compagne è con un malcelato piacere che annuncio una verità che ormai tutti hannno compreso, tranne forse il "cerchio magico" di Bossi; anche i leghisti rubano, si fanno corrompere e hanno doppi e tripli incarichi"romani". Questa verità emerge ormai nelle decine di inchieste che coinvolgono amministratori di ogni livello del Carroccio. Non c'è nessuna "purezza morale" nella Lega, e sarebbe interessante oggi vedere il famoso cappio di Orsenigo sventolare nel consiglio regionale lombardo, ma noi crediamo che la Lega dura e pura parlerà di persecuzione romana delle toghe rosse contro i poveri e onesti difensori della Padania. Un Partito che fa della sua fede cattolica uno dei punti nevralgici del suo credo politico dovrebbe ricordare che nelle tavole di Mosè c'è scritto tra i comandamenti di non rubare, ma forse quel comandamento in questi ultimi anni è andato in prescrizione con i reati dell'ex alleato di Arcore,e scopriremo anche dei leghisti "garantisti", pronti a giurare sull'innocenza dei loro sodali di partito. Come dice un vecchio detto:"Il tempo è galantuomo!"

Davide Frascella

 

 

 

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post