Lotta al parassitismo in Italia

Pubblicato il da Psi torino

Il Presidente Hollande in Francia ha già fatto una serie di riforme che fanno molto bene al Paese, tipo: riduzione degli stipendi dei parlamentari, degli alti funzionari statali e dei dirigenti governativi, abolizione di tutte le auto blu e delle vetture in dotazione agli alti funzionari della pubblica amministrazione, abolizione di tutti i sussidi a riviste, case editrici e fondazioni, taglio di oltre due miliardi di euro di sovvenzioni alla chiesa per il finanziamento delle scuole private cattoliche … e utilizzerà il ricavato a favore dell'occupazione, del sostegno alle aree disagiate, della scuola pubblica, della ricerca scientifica e dell'alta tecnologia, delle infrastrutture … per fare crescere il Paese, insomma.

A noi italiani la casta politica costa molto di più che ai francesi, idem la chiesa cattolica, però né i nostri politici imbelli (sia del PD che del PdL), prima, e neanche Monti attualmente, sembrano essere in grado di fare questo tipo di riforme, e in maniera così decisa.

Se non riusciremo, però, a ridurre drasticamente il costo della casta politica (attualmente, sembra, intorno ai 5 miliardi di euro all'anno), della pubblica amministrazione (esorbitante, in Italia!) e della chiesa cattolica (almeno sei miliardi di euro all'anno, quindi più ancora della casta politica) e a fare riforme simili a quelle di Hollande saremo sempre svantaggiati nei confronti degli altri Paesi e non saremo mai in grado di reggere la concorrenza internazionale.

E' perfettamente inutile tartassare i cittadini di un Paese se non si eliminano anche e soprattutto i suoi parassiti: la casta politica pappona, la smisurata pubblica amministrazione e la chiesa cattolica esosa sono i principali parassiti di cui l'Italia si deve assolutamente sbarazzare.

(Enrica Rota)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post